Si conclude a Palermo la Regata dei Cinque Fari

//Si conclude a Palermo la Regata dei Cinque Fari

Si conclude a Palermo la Regata dei Cinque Fari

Acchiappasogni

Acchiappasogni il Gs 40 di Giuseppe Polizzotti

Da: FIV News del 3 Lugio 2016

Seconda edizione della Regata dei Cinque Fari, una delle regate che tocca alcuni dei posti più belli del mediterraneo. La manifestazione organizzata dalla Società Canottieri Palermo, inizia a riscuotere il gradimento dei partecipanti, infatti sono 25 le imbarcazioni al via, provenienti da tutta Italia, alcune motivate anche dalla possibilità di sfruttare una delle ultime occasioni per impinguare la classifica del Campionato Italiano offshore.
Partenza dalla splendida borgata dell’Acquasanta, con la cornice di un parterre Royal formato dagli ospiti di Villa Igea, tutti affacciati sulle splendide terrazze a gustarsi questo insolito e splendido spettacolo.

Si inizia con delle leggere brezze che portano la flotta verso Ustica, tattici e tailer hanno il loro gran da fare per sfruttare questo vento quasi inesistente, in questo eccellono gli equipaggi di Acchiappasogni il Gs 40 di Giuseppe Polizzotti, ed il quasi gemello Alvarosky di Francesco Siculiana.

Sono loro i primi a doppiare Ustica, mentre una parte della flotta, convinta di non arrivare in tempo a vedere Germania Italia, lascia la regata e si ferma sull’isola.

Da Ustica in poi si assiste ad un vero e propio match race fra i due Gran Soleil, fatto di strambate e virate e controlli, mentre il resto della flotta resta bloccato nel doppiare l’isola. La parte più emozionante della regata resta il tratto Capo Gallo-Arrivo in quanto ai due battistrada si sono aggiunti il J122 Joy di Giuseppe Cascino e il first 47 Alchor di Gennaro Aversano, autori questi di un portentoso recupero sui battistrada che li vedeva distanziati al faro Porcelli di 40 minuti. In quelle ultime due miglia si è assistito ad una regata nella regata, con Alchor che strappa la line honour ad Acchiapasogni per 19 secondi e con Joy che brucia Alvarosky.

Ma il calcolo dei compensi dà ragione ad Alvarosky-Luxwing che porta punti alla sua già ottima classifica dell’italiano Offshore, seguito da Acchiapasogni autore di una splendida regata e da Alchor protagonista insieme Joy di un recupero impressionante.

Al quarto posto si piazza il siracusano Ottovolante altro GS 40 di Fabio Santoro che così completa una classifica che si presenta come uno spot per i Gransoleil 40, che in classifica piazzano tre barche nelle prime quattro piazze. Splendida anche la prova di Duffy Dufour 34 di Enrico Calvi che vince la classifica dei terza classe oltretutto piazzandosi sesto assoluto, seguito da Mago Blu Elan 333 di Flavio Palumbo Cardella sempre protagonista ed autore di splendide prove.

Il tutto mentre già si contano gli arrivi per il prossimo Campionato Assoluto di Palermo, durante la messa a punto della macchina organizzativa che sicuramente sarà perfetta per l’inizio dell’importante manifestazione.

 

2016-07-12T17:31:28+02:0012 Luglio 2016|news|